Cronaca

E` NATA LA ROSA “PRINCIPE DI SEBORGA”


L’economia della riviera dei fiori si basa ormai da anni sull’agricoltura ed in particolar modo sulla floricoltura si è pertanto scelto di valorizzare il patrimonio della nostra zona puntando sulla creazione di un nuovo prodotto floricolo che potesse descrivere questa stupenda parte di entroterra ligure ibridando un fiore partendo da un patrimonio genetico di indubbio valore come quello del ben noto Antonio Marchese. 

La Rosa Principe di Seborga nasce così per celebrare il principato di Seborga. Grazie alle abili mani dell’ibridatore è nata questa rosa unica al mondo che durante la sua vita ripercorre tutte le tonalità del rosso. 
I due anni passati ad ibridare sono frutto della volontà di creare in natura un fiore che possa rappresentare il percorso del Principato di Seborga. 
Nato come omaggio del Conte Guido agli abati di Lerino nel 954 e consacrato Principato del Sacro Romano Impero nel 1079, il Principato di Seborga ha lottato e continua a lottare per mantenere la propria identità intatta. 
Così la rosa nel corso della sua vita ripercorre le fasi dell’antico Principato, che da piccolo dono lotta per trasformarsi nella forma rimanendo al contempo puro nella sostanza. Durante le prime fasi di sboccio la Rosa Principe di Seborga ricorda un rubino grezzo. 
Con il trascorrere del tempo si trasforma sia nella forma, che da ruvida e spartana diventa elegante e voluttuosa, sia nel suo colore che da rosso rubino passa ad un rosso fuoco, acquistando magnificenza e sontuosità. 
Proprio come Seborga è stata nascosta per lungo tempo dalle pagine della storia, la Rosa si trova a suo agio nelle zone del giardino a mezz’ombra mentre la sua forza nel resistere a basse temperature ricorda il vigore con cui il Principato ha reagito alle difficoltà anche nei periodi più freddi del passato. 
Ogni fase di produzione e commercializzazione è stata attentamente studiata per minimizzare gli impatti ambientali. Il vaso della rosa, in torba precompressa, da la possibilità di piantare la pianta direttamente nel terreno mentre il packaging è composto da materiali riciclati e biodegradabili. 
Inoltre il packaging è realizzato in collaborazione con una cooperativa di diversamente abile che riceve un contributo dalla vendita della Rosa La rosa Principe di Seborga sarà presentata oggi, sabato 8 dicembre, alle ore 16.30 presso il Marcellinos Lounge Bar in via Miranda a Seborga. (foto Bordighera.net)

Categorie:Cronaca